L’importanza dell’impollinazione fatta dalle api per la flora spontanea e coltivata

Gli insetti che si nutrono di nettare e che quindi trasportano il polline sono chiamati “pronubi”, che alla lettera significa che “favoriscono le nozze” (tra un granulo di polline ed un ovulo).
Le api, quindi, giocano un ruolo spesso fondamentale per favorire l’impollinazione e sono sicuramente tra gli insetti pronubi più importanti.

Questo è dovuto ad alcune loro particolari caratteristiche:
La folta peluria che ricopre tutto il corpo, che facilita l’adesione dei granuli di polline; l’elevato numero di fiori visitati in un giorno perché le api sono instancabili volatrici; la “fedeltà” ad una specie dall’inizio alla fine della sua fioritura, poiché una volta che un’ape ha trovato una buona fonte di nettare continuerà a visitare quella specie fino a che il nettare è disponibile; la capacità di comunicare alle compagne, danzando, la posizione e l’entità di una sorgente nettarifera. L’agricoltura degli ultimi trent’anni, con il suo ampio ed indiscriminato di prodotti chimici, con le sue pratiche colturali intensive, ha portato alla scomparsa di molte specie viventi, sia animali che vegetali, dalle campagne.
Molte piante sono distrutte direttamente dai diserbanti, altre non possono riprodursi perché sono venuti a mancare gli insetti che trasportavano il polline.
In questo contesto l’attività delle api diventa ancora più importante.

Impollinazione

In alcune specie l’impollinazione è fondamentale, in quanto fiori femminili e maschili non sono riuniti in un singolo fiore ma sono separati, talvolta addirittura su piante diverse (actinidia).
I campi coltivati però sono diventati ambienti inospitali per gli insetti pronubi selvatici e l’unica maniera per assicurare una buona impollinazione è affidare il compito alle api. Cosi facendo si garantisce il trasporto del polline e quindi una buona produzione.
Molti agricoltori hanno infatti compreso l’importanza dell’impollinazione e come l’ape sia l’insetto più adatto a svolgere tale ruolo.
Altri, invece credono che l’ape danneggi i frutti e “rubi” il nettare.
Ma noi sappiamo bene che l’apparato boccale dell’ape è fatto per succhiare nettare e modellare la cera, che il nettare la pianta lo produce appositamente per gli insetti in cambio del loro servizio di trasporto.

La nostra azienda fornisce servizio di impollinazione su coltivazioni di:
meloni - kiwi - cocomeri - fragole